TORINO FOOD

giovedì 27 gennaio 2011

RISOTTINO FUNGHI E AROMI con una spruzzata di prezzemolo





"Papàà, cosa ti piacerebbe mangiare per pranzo?"
"...Mah...'n bel risutin..."
Questa la conversazione che spesso, negli anni di università, in cui ero a casa a studiare e angariavo mio padre con le prove dei miei manicaretti, si svolgeva a casa mia. Da buon siciliano doc, era chiaro che, per mio padre, il primo doveva essere sempre e soltanto spaghetti, al pomodoro, ovviamente, ma a volte, all'incirca una volta alla settimana, sapevo che un buon risotto non era sgradito, e così facevo la solita domanda di cui conoscevo già la risposta. Ovvio, se l'avessi ripetuta il giorno dopo, però, la risposta sarebbe variata, e sarebbe virata immancabilmente verso gli amati spaghetti. Quindi era una domanda...preziosa, da porrre, appunto, una volta alla settimana, non di più.
Caro papà, ora non ci sei più, ma io i risottini li continuo a fare, ma me li mangio io, perchè al tuo caro nipotino - peste non è che il riso faccia impazzire; e quindi, quando ho un po' di malinconia di...casa, ecco che mi faccio un risottino.
Questo è con funghi e aromi. Sì, lo so che "il" risotto per te era solo e soltanto al pomodoro, come gli spaghetti , e che tutto il resto per te erano intingoli abbastanza repellenti...ma a me, come sai, il pomodoro non è che piaccia, forse ho preso dalla parte cuneese-montanara di mamma, e quindi preferisco condimenti con panne, funghi, besciamelle.
A ognuno il suo risotto, papà

RISOTTO FUNGHI E AROMI

Ingredienti per 2 persone

150 gr di riso (a me piace l'Arborio)
mezza cipolla piccola
mezzo spicchio di aglio spremuto con lo spremi aglio
un cucchiaio raso di origano
un rametto di rosmarino tagliato fine
2 foglie di salvia
un ciuffo di prezzemolo tritato
mezzo litro di brodo vegetale caldo
50 gr funghi secchi ammollati in acqua tiepida (o 200 gr di porcini freschi affettati non troppo sottili)
mezzo bicchiere di vino bianco secco
50 gr di parmigiano grattugiato
una noce di burro
un pizzico di sale


Ammollare i funghi per una mezz'oretta in acqua calda. Dopodichè lavarli sotto l'acqua corrente, ascigarli e tagliarli grossolanamente. Tenete l'acqua di ammollo ma, per pulirla dai residui terrosi dei funghi, filtratela attraverso un colino su cui avrete posto un foglio di carta da cucina piegato in quattro. Aggiungere tale acqua al brodo vegetale fino ad arrivare a circa mezzo litro di liquido.
Far imbiondire aglio e cipolla in 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva. Unire gli aromi, i funghi e il sale e, dopo pochi istanti unire il riso. Far tostare a fuoco alto, sempre, per tre o quattro minuti e aggiungere il sale e il vino. Far sfumare il vino e abbassare la fiamma. Portare a cottura in 15/18 minuti, aggiungendo il brodo. Spegnere e, lontano dal fuoco, mantecare con burro e parmigiano e cospargere con il prezzolo tritato.

2 commenti:

  1. Sono una vera amante dei risotti e questo non fa eccezione!!Smack!!

    RispondiElimina
  2. anche io come il tuo papà adoro i risotti!! un bel risutin alla settimana non puo' mancare!!

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.