TORINO FOOD

domenica 20 marzo 2011

CAKE SALATO AL TIMO E ORIGANO FRESCHI

E allora diciamocelo!!
I cake (s) salati sono come i muffins (veri), i cake salati NON SONO BUONIIII!!
Diciamocelo, sù, tanto lo sappiamo tutti, in fondo!!
E' inutile che cerchiamo di fare di un dolce squisito un pane altrettanto squisito: il risultato sarà sempre e comunque solo una specie di frittata salata con un po' di farina. Sì, certo, poi possiamo metterci fior di ingredienti per migliorare il gusto, potremmo metterci parmigiano, noci, pomodori secchi, gorgonzola, berna, e chi più ne ha più ne metta ma...ma io sono un po' una "purista", e per giudicare questo...mattoncino, che non avevo mai provato a fare, ho scelto una versione base, aromatizzata solo da qualche rametto di origano e timo freschi, che adesso rimpiango di aver estirpato prematuramente dalla loro tranquilla vita vasereccia e balconereccia per finire in cotanto schifo.
Insomma, dicevo, volevo provare a fare questi benedetti cakes salati: vanno tanto di moda, tutti ne parlano, tutti sono unanimi: sono una squisitezza; vuoi che mi azzardi a NON farli? Giammai! Mi documento sulle miriadi di riviste di cucina in mio possesso, vado in giro per miliardi di blog, di serie A, di serie B e anche di serie oro, insomma, mica faccio le cose alla carlona, io! Una squisitezza simile, osannata da tutti, deve essere eseguita perfettamente! E così, appunto, mi documento. E noto che, più o meno, ingredienti extra a parte, la base è sempre più o meno la stessa, come dosi e come proporzioni: sempre due o tre uova per 150/200g gr di farina (e già avverto un certo disagio...), circa un decilitro di olio e uno di latte, in genere. Più tutto il resto, appunto.
Insomma, come già detto, decido di fare per prima una versione base, per non lasciarmi distrarre da sapori estranei. Faccio tutto per bene, inforno, aspetto, sforno, lascio raffreddare e taglio. Bellissima consistenza, veramente, soffice, buchetti piccolissimi (non essendo un lievitato non direi che possiamo parlare di "alveolatura", qualcuno mi illumini in merito!), morbido, celestiale al taglio. Chiudo gli occhi per assaggiare la delizia.
.......
Tradimento!
Disgusto!
Immangiabile.
Sono delusissima, non mi capacito! Mi vorrei strappare i capelli!! Maccome, è bellissimo, le fette sono morbide e consistenti, è soffice, è bello, perchè mi fa ciò?
E intanto ne offro a Luca; fa una faccia strana, mastica tre ore, con la mandibola (o mascella, non ricordo) in fuori. Lo molla lì, estirpa rapacemente e guardingamente le fette di salame di cui l'avevo infarcito per renderlo migliore e mi molla il cake lì! Ma io l'ho beccato: "Ma come, non lo mangi??". Mi risponde con una faccia supplichevole..ho capito.
Sono, appunto delusissima. Ma ma forse questi cakes salati hanno qualche speranza di essere migliori, come tutti noi cristiani - muffins a parte, dove la rogna che li rende gnecchi dopo appena un'ora sta proprio nel tipo di preparazione, nel disgraziato "metodo muffin", e cioè nel miscelare le componenti liquide alle farine in modo veloce (paradossalmente, l'impasto risulta migliore ficcando tutto assieme nel robot e facendo girare!!) - e, dicevo, questi cakes salati secondo me hanno una chance: SE si mettessero solamente uno o due uova, SE si mettessero almeno 250 gr di farina, SE si sostituisse il decilitro di olio con un etto di burro (però mancherebbe sempre lo zucchero con cui montarlo), SE si mettessero degli ingredienti dal sapore abbastanza deciso (olive, pomodorini secchi, formaggi vari saporiti, spezie, noci etc etc) per migliorare il gusto .....TROPPI "SE"! E poi, sinceramente, non mi sento proprio di fare un altro tentativo. Diamo ai cakes (dolci) quello che è dei cakes, e non stravolgiamo delle ricette classiche solo per moda: se per secoli i cakes sono stati solo dolci, e i pani sono stati lievitati, un motivo ci sarà ( e io purtroppo l'ho scoperto)!
P.S. : con questo cake volevo partecipare a ben due contest, uno sui cakes e l'altro sui picnic: non lo proporrò per nessuno dei due!
Secondo P.S: questo cake è stato copiato ed eseguito paro paro da una conosciuta rivista di cucina, senza modifiche alcune.

CAKE SALATO AL TIMO E ORIGANO FRESCHI

Ingredienti:
3 uova
150 gr farina
1 dl olio
1 dl latte
1 bustina lievito chimico non dolcificato
timo, origano, maggiorana, freschi o secchi
sale

Esecuzione:
Mettete nel mixer le uova e l'olio. Fate montare un po' le uova poi aggiungere gradatamente la farina alternandola col latte. Mettete per ultimi il lievito e le erbe. Salate. Infornate a forno a 180° per 45 minuti (per me ne sono bastati 30 ed era più che cotto).

E ORA....DEGUSTATE! .-)

9 commenti:

  1. Coraggio dai non 'smontarti' magari cambiando proporzioni e ingredienti potrebbe migliorare, potresti usare una farina diversa, farro o kamut ad esempio... ok lo so non riuscirò mai a convincerti :-P comunque detto tra noi anche io credo che il cake sia nato per essere dolce... baci Kris

    RispondiElimina
  2. Io non ho mai preparato nè muffins nè plum cake salati...magari saranno ottimi, ma sono sincera: il salato trasformato (?) in dolce o viceversa...mi pare una forzatura!:-( E la moda in cucina non la condivido...
    Un abbraccione, Cinzia!

    RispondiElimina
  3. ritenta con alcune modifiche....poi se neppure così ti piacerà bebne, addio ai cake salati.
    coraggio!
    buon lunedì
    un abbraccio
    cinzia

    RispondiElimina
  4. Mi fai morire :-)
    Ma come per i muffins esisteranno i cakes buoni e quelli meno...ogni tanto li faccio, a me piacciono ma mica possiamo essere tutti uguali!!! E credo proprio si abbia il sacrosanto diritto di non farsi piacere qualcosa!

    Stavo cercando un indirizzo email a cui scriverti qui sul blog, sono idiota e non lo vedo o non c'e'?

    RispondiElimina
  5. Bè non tutti abbiamo gli stessi gusti, ma permettimi di dirti che ci sono ricette e ricette: io per es. sono rimasta molto soddisfatta di questo cake ....
    In ogni caso non ti devono piacere per forza e di certo il nostro pane è ineguagliabile :D

    RispondiElimina
  6. Scusami: sono la solita sbadata!!!!!!!!
    Trovi il cake qui : non è un cake convenzionale, perché nell'impasto c'è una purea di verdure .....

    RispondiElimina
  7. Ciao sono arrivata a te tramite il blog di Morena, piacere di conoscerti, mi piace quello che pensi e come lo dici.....da oggi ti seguo.
    Se ti fa piacere passa a trovarmi, ho cominciato il mio primo contest penso ti possa piacere......
    Un caro saluto a te e al piccolo Gabriele

    RispondiElimina
  8. ma che rabbia! eppure quelle fette sembrano così buone...possibile che l'occhio inganni così tanto?? ma com'è sta storia delle farine e dei liquidi insieme che rende gnokkolosi dopo un'ora? me la devi spiegare bene...e poi quando passi da me c'è una sorpesa stupidissima :-)

    RispondiElimina
  9. ..acc... ora ho capito perché i commenti non rimangono: a volte non aspetto che compaia la finestra della parola chiave :((
    Ero venuta a cercare la tua mail per scriverti qualcosa di più e vedo che anche l'Araba la cercava -e ti lascia un msg in merito proprio qui dove avevo deciso di lasciartelo anch'io, coincidenze!-. Dai tuoi ultimi due commenti ai miei post, ma anche prima, volevo "chiacchierare" un po' con te, credo che condividiamo ben oltre che il nome, buone ricette e uno spazio virtuale. Io la mia mail l'ho inserita nel profilo, se ti va di contattarmi ne sarei felicissima.
    Ti abbraccio, buona domenica a te e tuoi ometti

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.