mercoledì 2 marzo 2011

MUFFINS ALLE MELE

E allora, diciamolo!
Anzi, urliamolo, lo voglio urlare:
I MUFFINS NON SONO BUONIIIII!!

Non è vero che sono buoni, non è vero che sono 'sta squisitezza, non è vero che solo dolcetti che tutti apprezzano!! IO non li apprezzo, anzi, di più, mi fanno quasi schifo!
Non sono dei dolcetti! Sono dei mattoncini, edibili solo ed esclusivamente appena sfornati o poco dopo, quando sarebbe buona anche una suola di scarpe, in quanto già dopo poche ore dallo "sfornamento" vi trovate con delle palle elastiche tra le mani, gnecche e gommose!
E attenzione, quando dico MUFFINS, intendo proprio MUFFINS, e non dei dolcetti a forma di muffins! E qual è la differenza tra i veri muffins e dei dolcetti a forma di muffins?Semplice: i veri muffins sono preparati con il metodo muffins, che ormai tutti, disgraziatamente, conosciamo, e che consiste nel miscelare i liquidi (latte, uova , olii, burro etc etc..) alle polveri (farine, lieviti, bicarbonato etc etc..) mescolando POCHISSIMO, il meno possibile, giusto per amalgamare, sennò invece che dei mattoncini diventano dei veri e propri mattoni, degli edifici interi! I tradizionali dolcetti, invece, sono fatti da cristiani: o montando prima burro morbido e zucchero e aggiungendo poi uova e farine oppure montando uova e zucchero e aggiungendo in seguito gli altri ingredienti; insomma, i dolcetti sono delle vere e proprie torte messe negli stampi dei muffins, e quindi vengono bene.

Detto ciò, anzi, urlato ciò, consapevole delle conseguenze che questo mio post mi recherà, causandomi l'esilio e il bando dalle comunità dei foodbloggers d'élite, alle quali peraltro non sono mai appartenuta, ma considerato anche che, comunque non ci si può fregiare dell’ambito titolo di "foodblogger principiante" senza avere postato almeno una ricetta degli odiati muffins, vi indico quella che ho seguito io questa volta (infatti li ho fatti diverse volte, per provare a convincermi che in fondo non facevano così tanto schifo..). Tanto, più o meno elaborati, più o meno ricchi ed originali, sempre muffins, sono (bleah).

Inutile dire come sono venuti: da muffins! (veri)

P.S: ma allora, perchè sono così popolari?? Io penso per due motivi: 1) sono veloci: in dieci minuti si preparano e in venti si cuociono; SE mangiati subito, vanno anche giù abbastanza bene 2) fanno tanto..amerikano! Volete scommettere che se iniziassimo a chiamarli "dolcetti", non li ca...rebbe nessuno? ;-)


MUFFINS alle mele


1 TAZZA = 250 ml

Ingredienti:

2 tazze farina bianca

1 e 1/2 cucchiaino lievito in polvere

1 e1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio

1/3 di tazza zucchero di canna

1 tazza di mele a pezzetti

1 uovo leggermente sbattuto

1 tazza di latte

2 cucchiai di burro fuso


Esecuzione:

Preriscaldate il forno a 200°. Ungete il fondo di 12 stampi per muffins

Setacciate la farina, il lievito, il bicarbonato in una terrina. Aggiungete mescolando lo zucchero di canna e le mele.

Unite l'uovo, il latte, il burro fuso e mescolate.

Aggiungete questo composto tutto in una volta agli altri ingredienti e mescolate delicatamente con una forchetta. Fermatevi non appena tutti gli ingredienti sono amalgamati.

Versate a cucchiaiate l'impasto negli stampi, riempiendoli per due terzi. Infornate per 15/20 min.

Da Anne Wilson, "Muffin, scone e torte"


13 commenti:

  1. Io li chiamo am-muffins, per via di quell'aria triste, ammuffita appunto. Non li amo molto, però fatti in casa vengono più morbidi.

    RispondiElimina
  2. Spezzo una lancia a favore dei muffins: quelli buoni, esistono.
    Giuro :-) O forse, più semplicemente mi piacciono e basta?
    Però mi sa che sul blog non ne ho postati:rimedierò ;-)

    RispondiElimina
  3. anche io come Stefania dico che esistono :-)))) a me piacciono e rimangono pure morbidi :-))) sarà dagli ingredienti che si usano? non saprei io qualcosa ho postato e ti giuro che gli squali se li sono pappati subito e anche il giorno dopo :-))))ciao :-)

    RispondiElimina
  4. Il bello dei Muffin è la mono porzione ma preparati secondo ricetta o in altro modo sono comunque buoni ^___^
    Ciao ciao

    RispondiElimina
  5. mi hai fatto morire dal ridere! ma a me i muffin piacciono (almeno i miei!)
    bacioni

    RispondiElimina
  6. AHAAA! Ecco perché da quel certo libricino che avevo preso anni fa, tutto dedicato ai muffins "original from USA", non ne ho mai gradito alcuno. Invece ho una ricetta MIA, pubblicata peraltro due settimane fa, che è in realtà una torta messa negli stampini. E qui, i miei topolini se li spazzolano a tre per volta!
    Però questi tuoi si presentano proprio bene, sai?
    Un bacione

    RispondiElimina
  7. ahahha m hai fatto morire.. ma a me davvero piaccionoooooooooooooo !!!!

    RispondiElimina
  8. Le tue crociate contro i "luoghi comuni dei foodbloggers" (MDP, muffins) mi fanno morire dal ridere... pur non condividendo nemmeno questa tua posizione (a me i muffin piacciono molto e, se mi impegno a farli con tutti i crismi, mi rimangono morbidissimi per diversi giorni) mi piace troppo il modo in cui ti fai sentire, mi ti immagino sulla prua di una nave con la spada sguainata!

    RispondiElimina
  9. I miei muffins rimangono morbidi e profumati a lungo anche se sono d'accordo con te sul fatto che sono sopravvalutati...penso più per l'american style che piace sempre!!!Un baciotto tesoro!!

    RispondiElimina
  10. Può capitare sai che una ricetta di muffins non venga come si deve, ma non ci credo che tutte ma proprio tutte quelle che hai provato dei muffins ti siano diventati mattoni, prova di nuovo con ricette collaudate da altre, guarda se trovi qualcosa da me se ti va ti assicuro che tutti quelli postati erano ultra soffici ;)
    Bacioni e in bocca al lupo

    RispondiElimina
  11. Ciao, rispondo a tutte! Giuro che tutti i muffins, preparati col metodo muffins, mi sono venuti mangiabili subito, gnecchi il giorno dopo.
    Appunto, se invece cambio lavorazione e ficco tutto nello stampo dei muffins, come quelli della mia omonima Cinzia (Essenza in cucina: sono andata a vedere la ricetta), allora sono buoni. Ma io dico tutti i muffins fatti col metodo muffins. Tutte le volte che li faccio così, beh, sinceramente, non solo non piacciono a me, ma neanche al parentame. Subito sono abbastanza morbidi, dopo..bleah. Certo, è una questione di gusto, però, e questo è solo il mio gusto! :-)
    Grazie per i commenti, ho capito di essere l'unica a cui non piacciono i muffins!

    RispondiElimina
  12. Prova i miei e conservali in un contenitore ben chiuso, ti assicuro che sono buoni!Oppure congelali appena tiepidi... Aspetta che ti metto il link di questi, che secondo me sono i migliori e vanno mangiati caldi! :DDDD
    http://ammodomio.blogspot.com/2009/10/muffins-al-cioccolato-dal-cuore-morbido.html

    Certo, non tutti sono buoni, eh.. Ho provato certe ciofeche incredibili! ahahahahah..,

    RispondiElimina
  13. Non avevo letto questo post......AHAHAHAHAHAH!!! Cinzia sono d'accordo con te, il vero muffin è una mezza schifezzuola ed infatti tutti i testi americani si raccomandano di servirli "Warm" e "Fresh from the oven"(chissà perché???).Poi se nello stampo da muffin mettiamo un composto per torte realizzato in maniera differente....Beh allora il discorso cambia, ma non abbiamo il classico muffin, ma una tortina. Poi sai, alla fine viene chiamato muffin tutto ciò che ha quella forma e quella dimensione, anche se magari si tratta di una torta Paradiso con lamponi o una Margherita con gocce di cioccolato. Allora si che sono buoni, ma non sono Muffins.
    Guarda, a questo proposito, fra breve, pubblicherò una ricetta che negli anni '70 vinse un premio come migliore Muffin nella città di New York.....I newyorkesi ne rimasero starbiliati!!!! AHAHAHAHAHAH !!! Prova ad immaginare come fu realizzato l'impasto???
    Vabbè non ti anticipo nulla, comunque mi piaci molto, apprezzo la tua sincerità e il tuo modo di non allinearti alle mode. Anche io sono un'altra che non si allinea molto facilmente.

    RispondiElimina