TORINO FOOD

martedì 28 febbraio 2012

RISO E PATATE di Suor Germana


Ho molta simpatia per Suor Germana.
Immagino che la conosciate tutti: il suo "quando cucinano gli angeli" è un classico sempre verde e in cui si trova di tutto, ed è quindi adatto ai cuochi provetti quanto ai principianti alle prime armi (non a caso è uno dei miei libri più cari..,-). Da anni Suor Germana è presente sul mercato con pubblicazioni varie, monografie (io ho quellle sui dolci e sulla pasta) e agende varie, che colleziono regolarmente sia per le ricette sia per i consigli e le piccole furbizie con cui correda le stesse.
Il suo stile, inoltre, nello scrivere, è godibilissimo, un po' datato, semplice, così semplice che spesso mi sono chiesta "ma ci è o ci fa?" (in senso buono), nel senso che, oltre alle ricette, non mancano mai i consigli di una buona mamma, dati con tono alla buona, che sa di una volta e che mi ricorda un po' le ricette del vecchio (e quando dico vecchio intendo quello di circa 25 anni fa, ormai - ahimè - perso, con la copertina gialla e i consigli per le massaie all'interno) ricettario Carli. Nel senso che ogni ricetta è condita da una frasetta finale di chiusura che esalta la ricetta stessa o la consiglia per qualche particolare situazione. Spesso si trova, alla fine della ricetta : " è un piatto buono, sano, completo, che può bastare da primo e da secondo", oppure " è una minestra nutriente, sana..." e via dicendo. Mi sono spiegata? Frasi così, da ..."buona".
Utile anche  la sua suddivisione delle portate, sempre in "quando cucinano gli angeli": il libro è suddiviso in capitoli tipo "quando la famiglia ha l'influenza", oppure "quando si è a fine mese, e lo stipendio non basta", a cui tante volte ho attinto proprio nelle occasioni indicate nella corrispondente sezione della ricetta. 
E proprio dalla sezione "quando la famiglia ha l'influenza" ho preso questa ricetta proprio adatta a noi, a questa famiglia di due persone che hanno tutte e due l'influenza da quasi venti giorni: io e Gabriele. A me piace molto, a Gabriele, essendo minestra e non pizza, un po' meno, ma intanto gliela propino lo stesso e bene che gli fa (concedetemi la chiusura "alla Suor Germana")!

P.S. la ricetta e la sua esecuzione sono copiate paro paro da Suor Germana, consigli compresi, che riporto fedelmente.

PATATE E RISO

dosi per due persone:

100 gr di riso
2 patate del peso di circa 100 gr cad. circa
10 gr di burro
2 cucchiai di parmigiano

"Pelare le patate, tagliarle a cubetti e lavarle.
Prendere una pentola, unire le patate tagliate a dadini e 750 ml di acqua fredda (non cuocere mai i farinacei nell'acqua calda altrimenti rimangono granulosi). Unire un cucchiaio di sale grosso da cucina. Far cuocere per 10 minuti calcolati da quando inizia a bollire.
Dopo 10 minuti di ebollizione unire il riso, mescolare e far cuocere a fuoco lento per almeno 15 minuti dopo aver unito il riso (è meglio cuocere senza coperchio). Dopo 15 minuti spegnere, unire il burro, il parmigiano e servire.
E' un primo piatto molto nutriente, sano, il burro e il parmigiano aggiunti alla fine non cuociono e restano così più digeribili. Volendo farne un piatto unico (quando si è influenzati si ha poca voglia di mangiare, ma è importante nutrirsi per essere più forti dei virus influenzali), unire, sempre a cottura ultimata, due tuorli d'uovo oppure della mozzarella o fontina tagliate a dadini. Col calore si fondono, scompaiono alla vista ma non allo stomaco, il quale rielaborerà il tutto regalandoci forza e tono."

7 commenti:

  1. A volte i piatti più semplici sono i più graditi.

    RispondiElimina
  2. Ciao Cinzia.. mi hai perdonata? spero di sì..;-) e che un pò della bontà di Suor Germana ti abbia fatto passare l'inc...zzo del giochino.. eheheh! sono fantastici quei libri, Suor Germana è un mito, umile e buona dà dei punti a tanti.. Parodi compresa. Ottima questa ricetta, mi farei venire l'influenza solo per provarla!! Come va Gabri? e tu? Baci!

    RispondiElimina
  3. Devo confessare che per svariati motivi suor Germana non mi e' molto simpatica :-) ma simpatica mi e' questa ricetta semplice e nutriente!

    RispondiElimina
  4. Cinzia, ma lo sai che circa 25 anni fa avevo seguito un corso da Suor Germana? Mia madre lo aveva organizzato per un gruppo di fanciulle perché imparassero a cucinare decentemente. Lei era ed è un mito!

    RispondiElimina
  5. evviva i piatti semplici e genuini. li trovo così coccolosi....

    RispondiElimina
  6. Che bella ricetta, Cinzia! Non ho mai provato il riso con le patate! Indi per cui...devo rimediare! Un bacione!

    RispondiElimina
  7. questa ricetta ce l'ho tramandata da mia nonna... sono ricette semplici, di una volta, che fanno tanto "casa"...
    sai che il ricettario carli devo averlo da qualche parte? ora vado a cercarlo!

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.