TORINO FOOD

sabato 28 dicembre 2013

IL GIVEAWAY DELL'ARABA FELICE: SVELATO IL MISTERO DEL PACCO MISTERIOSO!


Ve lo ricordate questo?
Il quarto giveaway dell'Araba Felice!
E non dico più altro, perchè, ripetendomi troppo, mi sembrerebbe di sfidare la buona sorte che, per una volta,  mi è stata amica.
E che, un paio di giorni prima di Natale, mi ha fatto recapitare a casa un bel pacco:  questo



No, non arrivava dalla Turchia, nè dall'Arabia e men che meno dalla Mesopotamia, bensì da Roma (che più o meno, oddio....;-)).
E arrivava dall'Araba Felice, in seguito a fortunata estrazione per il suo quarto giveaway. Cioè, non era un regalo di Natale, ma un graditissimo premio che però, essendomi recapitato a casa proprio sotto le feste natalizie,  è di diritto diventato un "regalo di Natale".

Questo pacco misterioso si è rivelato tra i più cari che io abbia ricevuto, ed è stato una sorpresa che mi ha rallegrato non appena ha messo piede in casa mia.
E non solo di per se stesso, che sì, era proprio un bel pacco quadrato di un bel colore giallo, ma anche per le cose che conteneva  ;-)!
Queste, cose:



Innanzi tutto una bellissima teglia per brownies o anche per dolcetti quadrati, bellissima, anche solo da guardare o tenere in mano, con quei 12 quadrotti carinissimi...e poi è bella pesante, non leggera ed eterea,  dà soddisfazione, come tenere in mano un bel libro grasso, non so come dire, una sensazione tattile!
E poi un set completo per decorazione torte con tanto di sac à poche e beccucci! Che mica ho fatto il corso di torte con la panna con mr. Montersino per niente, eh, ora devo mettere in pratica!
E poi zucchero, tanto bello zucchero colorato, coi colori dell'arcobaleno, per colorare e rallegrare il nostro Natale, con relative candeline di festa.
Che dire, questo set per pasticceria mi ha riscaldato il cuore, e ha reso ancor più bello il nostro Natale perchè, come dice l'Araba..."...i regali non sono i pacchetti, sono le persone che ce li portano" (e non penso parli dei postini;-)
E in questo caso, per me, il regalo è stata una cara amica che viene da  lontano, che non ho mai visto di persona, ma che in questi anni di blog ho imparato, tramite i suoi post, a conoscere un pochino, ad apprezzare, e a volerle bene.

Ah, ad ogni modo la teglia l'ho già utilizzata! Ok che è bella consistente da tenere tra le mani, ma è ancor più bello utilizzarla,  per sformare dei bellissimi quadrotti che, anche loro, sono così belli da guardare che  pare persino un peccato mangiarli.
Però conviene mangiarli...
Specialmente questi, poi, che sono morbidi, soffici, profumati di vaniglia e limone....
Sì, lo so che lo stampo è  per brownies, ma il fatto è che a me, le torte al cioccolato, quand'anche di forma quadrata, non  piacciono, e chi legge questo blog lo sa. L'Araba, povera donna, lo legge, e mi piangeva il cuore utilizzare il suo stampo, oltretutto per la prima volta, per delle tortine al cioccolato, brownies o capresi che fossero...
E così sono rimasta sul classico, sul sicuro  con dei profumatissimi e confertevoli dolcetti alle mele, con zucchero di canna, per me e per il pargolo.
E sono venuti bellissimi e buonissimi, e sapevano di buono...
Come la persona che mi ha dato modo di farli (ribadisco, non il postino)
Grazie Arabaaa!!!.-)))










TORTINE DI MELE AL PROFUMO DI VANIGLIA  E LIMONE

Ingredienti per 12 stampini monodose ( o per una tortiera di 22/24 cm di diametro)

200 gr farina 00
50 gr fecola di patate
2 uova grandi
3 gr sale 
1 dl latte
125 gr burro
200 gr zucchero di canna
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
la scorza grattugiata di un limone
una grossa  mela tagliata a dadini
8 gr lievito chimico

Esecuzione:
Montate, con le fruste elettriche,  il burro (a temperatura ambiente e morbido) a pomata con lo zucchero. 
Aggiungete poi le uova intere lentamente, continuando a montare.
Aggiungete poi, con una spatola e con movimenti che vanno dal basso verso l'alto, la farina, il sale e il lievito setacciati, alternando con il latte per ammorbidire il composto: dovrà avere la consistenza, più o meno, di un impasto per plum cake.
Aggiungere infine la mela tagliata a quadrettini
Imburrare gli stampini (o la tortiera) e rovesciare il composto: gli stampini dovranno essere riempiti fino a circa tre quarti dal bordo. 
Infornare in forno statico a 180°C per 25 minuti circa
Lasciare una decina di minuti a intiepidire e sformare.
Servire tiepidi o freddi.







4 commenti:

  1. Ma grazie, sei stata carinissima ad inaugurare subito la teglia! :)

    E mi hai fatto morire con la storia dei postini!!!!

    RispondiElimina
  2. Araba, non vedevo l'ora di provarla!.-)
    E son venuti benissimo, non sono attaccati nemmeno per un milligrammi, ci credi che la teglia sembrava appena uscita dalla lavastoviglie?? Perfetta! Grazie veramente!
    E i postini...beh, dipende da come è il postino..,-)
    Buon Anno Araba!!.-))

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.