TORINO FOOD

sabato 24 maggio 2014

ZUCCHINI BITES dell'Araba Felice...ancora



Veramente poche ricette mi sono piaciute così tanto.
Sì, lo so che avevo già postato una ricetta simile  e  "liberamente ispirata" qui, ma l'avevo molto variata, mentre invece l'originale dell'Araba, che ho rifatto più volte, è tutta un'altra cosa.
Mi piacciono, le ricette dell'Araba:  sono fattibili, per tutti, non se la tirano da opere da  Chef che nessuno di noi è - e  se ci riesce  qualcosa particolarmente bene siamo ancora nell'alveo della casualità o della buona sorte -  sono "semplici" ma di una semplicità che sottintende una grande manualità e maestria anche nelle piccole cose, ben spiegate e ancor meglio fotografate. Tutte provate, collaudate, di sicura riuscita e , soprattutto, buone.
Buone buone buone.
Come questi zucchini bites, veramente una delle mie ricette preferite,  data da questo impasto di uova e farina, con l'aggiunta di verdure, che dà luogo ad un impasto morbido e cremoso, che ricorda vagamente quello delle crepes. Oltretutto, questi "bites", essendo anche consistenti e belli spessi, danno soddisfazione al morso, e uno tira l'altro.
Me ne ingozzo a mano larga, uno dietro l'altro, come fossero ciliegie! Li butto giù avidamente, morbidi, quasi cremosi, belli da mordere ma soprattutto buoni, che per niente sanno di uovo nè tantomeno di frittata! Io veramente ho la dipendenza da zucchini bites!
Sembra impossibile che una ricetta così semplice ed essenziale possa essere cos buona e così diversa da una semplice frittata, piatto che tra l'altro non amo, ma questa è la prerogativa delle ricette che sceglie, seleziona e propone l'Araba: semplici ma particolari, con il tocco in più che ne fa la differenza. 
Per questo mi piacciono.
Anche quando è venuta a trovarmi Cinzia, di "Essenza in Cucina",  sciroppandosi il viaggio Bergamo - Torino e rientro in giornata -povera donna -  li ho preparati, e ovviamente sono stati un successo.
E quindi, vi ripropongo la ricetta dell'Araba, originale, che potrete trovare qui

Io aggiungo solo che:
1) ho messo un cucchiaino intero (raso)  di sale, più una piccola punta, ma verificate di volta in volta
2) ho usato una teglia rettangolare 20 x 30, e sono venuti come in foto
3) ho messo una cipolla non troppo piccola: in cottura diventa dolce e dà un gusto particolare agli zucchini, che di per sè a me non dicono molto, cioè li trovo un po' insipidi
4) ho aggiunto del timo fresco, maggiorana e origano, ovviamente, le mie erbette.
5) la pastella di uova e farina, l'ho frullata col frullatore a immersione, così ho levato ogni grumo
6) come tutte le cose, io li preferisco ancora tiepidi: per me, questi morsi golosi danno il massimo non ancora freddi

Riporto quindi, solo per comodità,  la ricetta dell'Araba, copiata integralmente da suo sito e che potrete trovare qui, direttamente alla fonte corredata di tanto di foto esplicative.





ZUCCHINI BITES
( per una teglia rettangolare 25cm x 19cm)

5 uova intere
120 g di farina
110 g di olio di semi
un cucchiaino e mezzo di lievito per torte salate
120 g di formaggio grattugiato ( parmigiano, pecorino, cheddar...come volete)
mezza cipollina
3 grosse zucchine
una carota
sale, pepe

Mischiare in una ciotola le uova intere con l'olio, la farina e il lievito. Girare con una frusta a mano finche' il composto sara' perfettamente amalgamato.




Unire quindi le zucchine e la carota grattugiate, la cipollina tritatissima e il formaggio che avrete scelto. Girare bene e assaggiare per regolare eventualmente il sale.
Non unitene prima, a seconda del formaggio usato potrebbe non servirne.


Versare in una teglia coperta con carta forno e cuocere in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 40-45 minuti, finche' sara' solido e brunito sulla superficie.
Togliere la teglia dal forno e far raffreddare completamente prima di sformare.
Servire tagliato a quadrotti.

NOTE:
-secondo me, e chi l'ha assaggiato con me, e' ancora piu' buono il giorno dopo. In questo caso, appena raffreddato a temperatura ambiente conservatelo non tagliato ed avvolto nell'alluminio, in frigo.

- ottimo sia come antipasto che come accompagnamento, o come pranzo veloce al lavoro che non va nemmeno scaldato.

- aggiungo una nota, visto che molti mi hanno chiesto anche in privato del sapore: non ricorda assolutamente una frittata, ma piuttosto un cake morbidissimo.



8 commenti:

  1. Ma grazie!!!
    Anche io rimango sempre stupita che da quella marea di uova non esca una frittata, ma una roba mille volte più buona....un bacione Cinzia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Araba, una piacevolissima sorpresa, a me piacciono tantissimo! E pensa che a me le uova non è che piacciano un granchè, eppure...
      Ciao Araba, un abbraccio!.-))
      Cinzia

      Elimina
  2. Beh, concordo. Bella l'idea del frullapastella. E sono assolutamente d'accordo sul mangiarli tiepidi, anche scaldandoli se fatti la vigilia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pellegrina, ciao! Sì, tiepidi per me sono il massimo, non caldi caldi, ma tiepidi.-))
      Ah, il "frullapastella" io lo uso anche per tutte le pastelle, farinata compresa...senza nono son capace, mi vengono un sacco di grumi....-(((
      Ciao Pellegrina!.-)

      Elimina
  3. Risposte
    1. Ciao Abaya! Alllora anche tu sei del circolo "amanti degli zucchini bites!" E come si può non esserlo?
      Ciao , grazie del commento!
      .-))

      Elimina
    2. Sono una droga!! dovrebbero essere illegali :)

      Elimina
  4. E sai che ti dico?? Che mentre leggevo dall'inizio il post, pensavo.. Ma sta a vedere che son quelli che ha preparato per noi... E son proprio loro!!! Me la segno la ricetta perché li avrei voluti fare anch'io varie volte con gli ospiti ma poi quando ci pensavo era troppo tardi per chiederti :)
    Come va? Noi bene, ti penso .. Un bacio grande!

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.