TORINO FOOD

venerdì 3 ottobre 2014

BROWNIES di Benedetta Parodi e di Laurence e Gilles Laurendon






Sono una delizia.

Credetemi, non sono semplicemente una torta da forno tagliata a quadretti, assolutamente non c'entrano nulla.
Sono …sono una crema fatta solida, un impasto morbido e così umido  da sembrare quasi una mousse solida!  E non ricordano affatto la consistenza di una torta da forno morbida al cioccolato, ma piuttosto un cioccolatino, ecco!
Insomma, appartengono anch'essi, come tanti altri dolci di questo blog, non ultima la "torta tenerella" o tenerina di Santin, alla categoria dei moelleux, dolci fondenti e umidi.
Per questo mi piacciono!
La ricetta è  presa da uno dei miei libri preferiti,"Dolci fatti in casa", di Laurence e Gilles Laurendon. Una ricetta molto simile, ma con il lievito, è anche stata pubblicata da Benedetta Parodi.

Ad ogni modo, non li lascerete più.


BROWNIES NEWYORKESI

(da Laurence e Gilles Laurendon, "Dolci fatti in casa")
Per uno stampo di 18 x 28 cm.

Ingredienti:
200 gr di cioccolato fondente al 70% 
120 gr di burro salato a pezzetti a temperatura ambiente tagliato a pezzettini, più 20  gr per lo stampo
70 gr di farina
160 gr di zucchero in polvere
3 uova
100 gr di  nocciole (facoltativo)

Esecuzione

Preriscaldare il forno a 150°.
Imburrate e infarinate leggermente lo stampo.
Spezzettate il cioccolato e fatelo fondere a bagnomaria o al microonde
In un'altra ciotola, lavorate il burro e lo zucchero con una spatola fino ad ottenere un composto liscio.
Aggiungere le uova una per volta, senza smettere di mescolare, poi versate la farina a pioggia e, continuando a mescolare, incorporate il cioccolato fuso e le nocciole spezzettate grossolanamente (non a farina, altrimenti sarebbe come aggiungere altra farina, assorbirebbero i liquidi e i brownies non diventerebbero più morbidi). Riempite lo stampo con l'impasto al cioccolato (che risulterà alto circa 1 cm) e infornate per 25 min. circa. Togliete dal forno, lasciate raffreddare e tagliate poi i brownies in quadrati.

p.s.:NON fate la prova stecchino: fallirebbe. I brownies devono risultare umidi e cremosi all'interno, mentre al di fuori presentano una crosticina croccante.  

8 commenti:

  1. Grande...!! Faglielo capire alla Parodi che la deve finire di dare solenni prove di incapacita'..e smetterla di andare in tv a leccarsi le dita...BRAVA.!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo, magari lei nemmeno lo sa, di questo "copia e incolla", però …però…. Intanto cmq facendo così ha il suo seguito, eh..
      Ciao .-)
      Cinzia

      Elimina
  2. Io penso che tutti copiano tutti, ossia che di veramente nuovo ci sia poco da inventare (di buono) :-) certo che anche solo l'immagine da la sensazione di scioglievolezza ... uhm.. golosità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simo, erano golosissimi infatti…..-)
      Ciao!

      Elimina
  3. come hai potuto vivere fino ad ora senza aver assaggiato i brownies?
    no ops...hai assaggiato la tenerella...che in pratica è la stessa cosa :P
    il procedimento usato qua è diverso da quello che uso e conosco, per questo ti avevo parlato di una spiccata somiglianza.
    infatto di solito uso montare uova con zucchero finchè non diventano chiarissimi, poi aggiungo cioccolato e burro fuso, infine farina.
    in questo modo non occorre il cucchiaio di lievito (della vergogna) perchè le uova così montate assicurano un minimo di crescita in forno:
    nella tenerella chiare e rossi vengono separati ma poco cambia :P
    cmq son boni eh?
    io ho sviluppano una certa dipendenza, tanto che li ho provati in tutte le salse e formati.
    e non mi sono ancora stancata! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao,

      anche questa ricetta pur non montando le uova non ha il lievito, e così ha quella consistenza che piace a me, umida e consistente, e non aerea …guarda, buoni buoni, come…la tenerella, aHAHAHAH
      Grazie, e buona giornata
      Cinzia

      Elimina
  4. Fantastici i brownies e fantastica tu... no comment... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie.-))
      Son veramente buoni, e te lo dice una che non ama i dolci al cioccolato…E grazie per il commento!
      Ciao .-)
      Cinzia

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.