TORINO FOOD

martedì 29 settembre 2015

PASTA DI NOCCIOLE FATTA IN CASA (senza Bimby)



Leviamo subito ogni illusione.
La pasta di nocciole si può certamente fare in casa senza  Bimby, Kenwood o altri attrezzi da un milione di dollari, certo che sì. 
Ma un qualche "attezzo",  anche se più ordinario, umile  e comune,  lo dovrete  comunque utilizzare.
A meno di non essere Hulk in persona e riuscire a triturare le nocciole e ridurle in pasta a mani nude a suon di botte, sicuramente  un qualcosa lo  dovrete  usare, oltre alle vostre manine.
Magari lo stesso attrezzo che usate per il grattugiare il Parmigiano.
Magari un vecchio macinacaffè.
Magari  pure questo, che io uso da più di  dieci anni e che non è nemmeno tanto potente, rispetto al più sgalfo dei frullatori ad immersione in commercio oggi, avendo solo 400 Watt di potenza.
Vedete? Il piccolo attrezzo che si mette al posto delle solite lame del frullatore a immersone per grattugiare il formaggio, o fare il pesto, o la  granella di nocciole. 
Solo che per la pasta di nocciole dovrete frullare un minuto in più. 
Ma un minuto di orologio, eh?


                                              
Ecco, un piccolo attrezzo che molti di noi hanno in casa, molto comune, ma che in due minuti di orologio ha ridotto un etto di nocciole intere in pappa. 
In questa, pappa:



Una morbida, cremosa, vellutata pasta di nocciole!
Fatta in casa.
E senza Bimby!.-)

Nota. Ovvio che  lo stesso procedimento potrà essere usato per i pistacchi, solo con qualche piccolo accorgimento in più. 
Ma questo è  un altro post ;-)


P.S: per quelli che non avessero in casa nè l'attrezzo sopra indicato, nè un macinacaffè, nè nulla di simile, aggiungo solo che su un famosissimo portale di vendite on line  alias Amazon,  ho visto frullatori ad immersione completi di  accessorio     per frullare finemente/omogeineizzare  a partire da euro 35 circa, e di marche di tutto rispetto.  Praticamente, con cinque o sei paste di nocciola ve lo siete ripagato: vedete voi...;-)


PASTA DI NOCCIOLE FATTA IN CASA (senza Bimby)


Ingredienti:

Nocciole
e....
l'attrezzo per grattugiare il formaggio  in dotazione ai frullatori ad immersione

Esecuzione complicatissima:
Mettere le nocciole nella tazza dell'attrezzo per grattugiare il formaggio del robot a immersione (io minipimer)
Chiudere.
Azionare il robot per due minuti o fino a quando le nocciole sono ridotte in pasta. Prima si formerà una granella. Continuando a far girare le lame, dalla granella si otterrà una pasta morbida.
Prelevare la pasta dal recipiente
Finito.


15 commenti:

  1. Mi segno tutto perchè come hai detto te è davvero complicata....eppure sono piena di nocciole, ma non ci avevo pensato!!! per cui grazie mille per l'idea!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mila, fammi sapere. Con questo mio piccolo aggeggio ci metto veramente due minuti. Penso siano ugualmente utili i vecchi , ma proprio vecchi, macinini da caffè...
      Ciao!
      Cinzia

      Elimina
  2. che figata, posso dirlo???Tutto qui???Non ci credo!!!Favolosa!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  3. complicatissima davvero :) E per me, che non ho il bimby, ma in compenso possiedo un sacco di altri ammennicoli per frullare/omogeneizzare/tritare ecc ecc sarà un gioco da ragazzi! Quella crema è invitantissima e con un po' di cioccolato... slurp!!! Ciao :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fausta...hai ragione,al cioccolato non avevo pensato!!
      Ciao
      Cinzia

      Elimina
  4. Penso che si possa provare anche per macinare le mandorle da latte. Quello comprato è diluito e addizionato di ogni porcheria possibile, persino lo xanthano!!! (che sarebbe gomma, sì, ci mangiamo la gomma).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pellegrina, hai avuto un'ottima idea, tanto buona che proverò a farlo: latte di mandorle home made! ps..ma cosa sono le mandorle da latte? Non sono quelle normali?
      Ciao
      Cinzia

      Elimina
    2. Per il latte di mandorle (ricetta per un litro circa)
      250g di mandorle (in ammollo per 12 ore in acqua per sgusciarle, io le uso con la pellicina comunque, ha più nutrienti);
      1 mandorla amara, va benissimo la mandorla del nocciolo di albicocche);
      4/5 datteri o 100g di zucchero di canna;
      1 litro d'acqua.
      Frullare le mandorle con 250g di acqua e i datteri (o zucchero), se il composto dovesse diventare troppo pastoso, aggiungere un po' d'acqua. Quando le mandorle risultano finemente tritate, mettere il composto in un recipiente e aggiungere la restante acqua, amalgamare bene il tutto. Filtrare il composto in un colino a maglie finissime aiutandosi con il dorso di un cucchiaino se si vuole un prodotto un po' più rustico, oppure filtrare il composto con un panno di cotone o di lino.
      Grazie per ricetta della pasta di nocciola (ottima base per la nocciolata)...
      Erasmo

      Elimina
  5. Proprio quello che cercavo!! :) ma volendone fare di più, per quanto tempo e come si può conservare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo, non voglio dirti cose che non so esattamente. Leggo in rete che chiusa in frigo, in un barattolo ermetico, si può tenere anche più di un mese, ma io mi faccio il quantitativo che serve e non la conservo più di una settimana, in frigo..Ciao, e grazie

      Elimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. Ciao, io purtroppo non riesco ad ottenere una crema di nocciole ma solo la granella. Ho provato col minipimer e anche con un robot più potente e ho mixato a lungo ma nulla. Ho provato anche a tostare prima le nocciole ma il risultato non cambia. Forse sbaglio tipo di nocciole? Ho usato quelle non spelate e tostandole si è tolta la pellicola marrone ma non del tutto, forse è questo il problema?

    RispondiElimina
  9. dimenticavo di dire che ho mixato le mandorle con lo zucchero di canna, forse eliminando lo zucchero e mixandole da sole si ottiene la crema?

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.