TORINO FOOD

mercoledì 17 febbraio 2016

TORTA AL CIOCCOLATO FARCITA CON GANACHE AL CIOCCOLATO FONDENTE




Che un nome più cretino a questa torta, non potevo darlo.
"Torta al cioccolato farcita con ganache al cioccolato fondente".
Certo non ho brillato per fantasia. Ma come chiamare, d'altronde, questa torta al cioccolato farcita, composta da tre strati di biscuit al cacao inframmezzata da morbida crema, oops, "ganache", al cioccolato fondente? Non è che ci siano tante alternative, eh. Certo, mi sarei potuta sbizzarrire con titoli altisonanti tipo"trionfo al cioccolato su letto di biscuit al cacao", oppure "trancetti cremosissimi al doppio cioccolato", o altra roba così. Certo, avrei potuto. Avrebbero reso l'idea della ricchezza, in termini di componenti, di questa torta. Ma…diciamocelo: chi, su google, cercando la ricetta di una torta al cioccolato farcita di crema - anch'essa al cioccolato -  avrebbe digitato delle simili poesie?  Nessuno, vero? Ed ecco il motivo del mio titolo semplice, immediato, pensato a chi sta proprio cercando una torta al cioccolato in tutto e per tutto. Certo, forse un po'….leggermente esplicativo, un po' come i titoli dei film di Lina Wertmuller, per chi come me, magari non giovanissimo, li ricorda. Un titolo che è una spiegazione, praticamente, ma chiaro.
Perché solo di questo si tratta: una ricca, golosa, lussuriosa torta al cioccolato. Farcita con crema al cioccolato. Guranita con crema al cioccolato. Decorata, anche, con crema al cioccolato.
Semplicemente, cioccolato.
C'è altro da dire?
No.
Solo una semplice,  gustosissima torta al cioccolato.

Ah, in questo post la parola "cioccolato" ricorre per ben 15 volte. Le ho contate. 
Se non è chiarezza questa…;-)
Ma manca un aggettivo fondamentale: buona!


Note tecniche:
Questa torta di grande effetto in realtà è anche molto semplice da eseguire.
Inoltre, potrete preparare il biscuit il giorno prima, conservarlo in frigo e la mattina dopo inzupparlo e farcirlo con la crema. Così sarà ancora più semplice e veloce. 
Un dolce di grande effetto con una fatica minima




TORTA AL CIOCCOLATO FARCITA CON GANACHE AL CIOCCCOLATO FONDENTE



Dosi per 6 persone (io mezza dose con una teglia di 40 x 25)

Per il biscuit al cacao:
4 uova
125 gr di zucchero
100 gr di farina 00
2 cucchiai di cacao


Per lo sciroppo:
1 di cognac (io succo di arancia con scorze)
1 dl di acqua
100 gr zucchero

per farcire e decorare:
2,5 dl di panna al 35% di grassi
250 gr di cioccolato fondente
125 gr burro


Esecuzione:
per il biscuit:
Tirare fuori dal frigo le uova  almeno un'ora prima di modo che non siano troppo fredde (monteranno meglio)
Setacciate insieme la farina con il cacao.
Separare i tuorli dagli albumi.
Montate gli albumi con metà dello zucchero (60 gr circa) e tenete da parte.
Montare i tuorli con con lo zucchero rimanente  fino  a che il composto diventa chiaro e spumoso.
Unire delicatamente con una spatola i tuorli  agli  albumi montati e infine, sempre con la spatola e con movimenti delicati dal basso verso l'alto, unite la farina e il cacao precedentemente setacciati insieme
Foderare una teglia rettangolare con un foglio di carta forno,  livellate delicatamente (per non smontare il composto)  con una spatola all'altezza di 1 cm circa, poi mettere nel forno a 210° per 6/7 minuti

Per lo sciroppo:
mescolare il cognac (io il succo di arancia con le scorze di 1 arancia) , l'acqua e lo zucchero  e scaldate sul fuoco fino ad avere la consistenza di uno sciroppo. Inzuppare il biscuit con lo sciroppo.

Per la crema
Scaldate la panna fino quasi a bollore. Toglietela dal fuoco e rovescaitela sul cioccolato spezzettato, il burro a pezzetti e mescolate per ottenere una crema omogenea. Lasciate intiepidire, ma non troppo, in quanto  una volta fredda la crema solidifica e non potrà più essere colata sul dolce agevolmente.

Montaggio del dolce:
Montate il dolce alternando strati di biscuit inzuppato con strati di crema, terminando con uno strato di crema in questo modo: su una gratella appoggiata sopra una teglia (per raccogliere la crema che colerà), sistemare uno strato di biscuit inzuppato, poi uno di crema, alternando fino ad avere tre strati di biscuit  terminando con l'ultimo strato di crema. Per l'ultimo strato di crema, fatela rovesciare abbondantemente e livellatela con una spatola lunga da pasticciere, facendola colare lungo i bordi (la crema in eccesso scivolerà dalla gratella alla teglia sottostante, e la potrete recuperare). Con la spatola, cercate di far aderire anche della crema lungo i bordi del dolce.  Delicatamente, una volta terminato, sollevare il dolce con la spatola lunga e posizionarlo su un piatto piano e mettere in frigo, coperto non a contatto, ad esempio con un'ampia ciotola, a raffreddare.
Nota: la crema, appena colata, è lucida, liquida  e  brillante,  come nella foto sotto….



…ma una volta raffreddata, assumerà una consistenza compatta, densa e opaca, che costituirà un solido strato sulla superficie della torta (foto sotto). Infatti è una crema, e non una glassa.

Ricordate inoltre di tenere da parte una certa quantità di crema che colerete, dopo averla fatta raffreddare il tempo necessario per avere la giusta consistenza, sulla superficie della torta, con un sac à poche (io con bocchetta Saint Honorè).

Nota: se volete invece far notare la stratificazione interna, come ho fatto io, una volta che la torta sarà ben raffreddata  tagliate con precisione i bordi, ricavandone dei trancetti che decorerete poi singolarmente.


2 commenti:

  1. Ma é forse una torta al cioccolato? :)))))))))
    Bella ehh?! Ne vorreinora una fetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giulia, mah, mi sa di sì….. Ahahah…
      cmq è già finita..:-)
      Ciao Giulia buona serata.-)

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.