TUNNEL OF FUDGE CAKE







C'era una volta, in Texas, un concorso annuale di torte, indetto dalla Pillsbury, nota marca di prodotti dolciari. Nel 1966 il secondo posto fu vinto da Mrs. Hella Helfrich, di Houston, ma ebbe un tale successo che ancora oggi è uno dei dolci più amati negli USA. Purtroppo, il dolce originale di Mrs. Helfrich non si può più fare, in quanto prevedeva dei preparati della ditta promotrice della gara, la Pillsbury appunto, che la ditta ha tolto dalla produzione, sia per il dolce che per la glassa. Ma di fronte alla levata di scudi delle casalinghe americane, che di disperavano per non poter più fare la loro torta preferita, la Pillusbury ha rilasciato tempo dopo una versione riveduta e corretta della torta di Hella, che non prevedesse più l'uso dei preparati non più in produzione ma che si potesse fare con i semplici ingredienti che tutti abbiamo a casa. Questo è anche il motivo per cui ci sono due tipi di zucchero, semolato e a velo, che compensano il preparato non più in produzione. Stessa cosa per la glassa, sostituita dalla Pillsbury con una semplice glassa a base di zucchero a velo, cacao e un paio di cucchiai di latte (ma che,  vi assicuro, risulta molto ma molto stucchevole: non per nulla le prossime volte sostituirò con una semplice ganache panna e cioccolato).
Ma un'altra curiosità sta nello stampo: quello usato da Hella ebbe un tale successo che incrementò moltissimo le vendite della ditta che li produceva; quella ditta era la Nordicware, che ancora oggi produce stampi tra i più belli e resistenti che ci siano in commercio. 
Insomma, una torta che non ha una storia, ma è una storia.

NOTE "TECNICHE": la torta deve avere la consistenza di un fudge, ovvero deve risultare molto umida e cremosa, soprattutto all'interno verso il centro. La prova stecchino, quindi, in questo caso, vi potrà aiutare. Al limite, per verificare la cottura, inserite uno stecchino prima nella parte di dolce più vicino ai bordi esterni dello stampo, che cuociono prima, e poi nel centro: lo stecchino dovrà risultare asciutto se inserito nei bordi esterni e "umido" e non pulito se inserito verso il centro del dolce, segno che il cuore è ancora morbido. Ecco, quella è la giusta consistenza per questo fudge cake.


E questa, è Hella, l'autrice della torta




TUNNEL OF FUDGE CAKE

                  Original 1966 Recipe:
Tunnel of Fudge Cake
by Mrs. C. J. Helfrich, Houston Texas

Ingredienti:
dosi per uno stampo da bundt cake da 12 cup (io, per uno stampo da 6 cup, ho dimezzato le dosi e fatto cuocere per 20-22 minuti. Inoltre, lo stampo da bundt cake da sole 6 cup, con dosi dimezzate, corrisponde alla quantità di composto per una normale tortiera rotonda da circa 22 cm di diametro)


135 gr di farina
350 grammi di zucchero semolato
240 grammi di zucchero a velo
400 grammi di burro a pomata
6 uova
90 grammi di cacao amaro
250 grammi di noci triturate  (oppure nocciole tostate)
Consigliato: un goccio di rum (mia personale aggiunta)

Per la glassa (1) 
90 grammi di zucchero a velo
30 grammi cacao 
un paio di cucchiai di latte

Nota (1): la glassa, nella versione riadattata dalla Pillsbury, non è particolarmente gradevole. Il mio consiglio è di sostituirla con una glassa composta da 200 grammi di panna e 200 grammi di cioccolato

Nota (2): la torta è ottima, ma non dimentichiamoci che è una torta anni '60, semplice, e il gusto, a molti, può risultare un po' piatto. Il mio consiglio è di aggiungere un goccio di rum, e mettere al posto delle noci delle noccioli, dal gusto più inteso.

ESECUZIONE

Preriscaldare il forno a 175 gradi, statico
Imburrare uno stampo per bundt cake da 12 cup (io da 6, facendo metà dose degli ingredienti), oppure da 25 cm di diametro. Montate il burro a pomata insieme con lo zucchero semolato fino a ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungere poi le uova, una ad  una, sempre mescolando. Aggiungere poi anche lo zucchero a velo, poi aggiungere la farina precedentemente setacciata assieme al cacao, e le noci. Mettete l'impasto nello stampo imburrato e cuocete dai 45 ai 50 minuti, o cmq fino a che la superficie è cotta e il dolce comincia a staccarsi dai bordi (io, con metà dosi, ho fatto cuore per circa 23 minuti, fino a quando uno stecchino infilato nei bordi esterni usciva asciutto e infilato all'interno usciva umido). Fate raffreddare nello stampo per un'ora e mezza, poi sformate e fate ancora raffreddare due ore.
Per la glassa
La glassa originaria ... non è più possibile ottenerla, e quella proposta in sostituzione dalla Pillusbury, a base di zucchero a velo, latte e cacao, non è particolarmente gradevole. In sostituzione, molto meglio una glassa fatta rovesciando 200 grammi di panna bollente su 200 grammi di cioccolato fondente, o al latte, tagliato a pezzetti, da rovesciare sulla torta dopo una decina di minuti, di modo che non sia più troppo liquida.

Commenti

i vostri post preferiti

I BLOG CHE SEGUO