GATTO' DI PATATE




Non mi ha mai fatto impazziere, il gateau, anzi, il gattò, come diciamo qui in Italia: un po' di purè ficcata in forno con un po' di formaggio, pensavo. E invece, se fatto bene, il gattò è un ottimo patto. A patto di rispettare alcuni accorgimenti.
Due i segreti: il primo è dato dall'aglio, con il prezzemolo. Fondamentali per insaporire quello che altrimenti, in effetti, solo con burro, uovo e parmigiano, sarebbe un grosso gnocco di purè. E quindi, per circa 7/800 gr di patate, almeno mezzo spicchio di aglio (spicchio medio), rigorosamente SPREMUTO con lo spremiaglio, che ne cattura l'essenza, e così ne basta poco poco. E il prezzemolo tritato fresco, abbondante, un cucchiaio bello colmo, o due rasi. Per dare un tocco di erba fresca di primavera, dare, insieme all'aglio, tono a questa pietanza diversamente un po' insipida. E soprattutto un accorgimento fondamentale: pangrattato e spessore!
Allora, premetto che il secondo consiglio è farina del mio sacco, ma lo trovo indispensabile per dare al piatto un elemento che fa la differenza: la croccantezza.
Per me è essenzialestendere il primo strato, dopo aver generosamente imburrato e cosparso di pangrattato il fondo, ad uno spessore di non più di un paio di centimetri, poi cospargere con il  formaggio a nostra scelta e poi coprire con un altro strato leggero di pure  e infine spolverare anche la superficie con abbondante pane grattugiato, insieme a qualche fiocchetto di burro.
Quindi dovrete scegliere una teglia ampia, larga, di modo che l'impasto si stenda molto in larghezza e non in altezza, diventando un mattone. In questo modo,  il pangrattato forma due strati (alla base e in superficie)  gradevolmente croccanti, che danno una gradevole sensazione al palate,  grazie anche all'impasto steso non troppo spesso. Se l'impasto invece fosse troppo alto, l'effetto pangrattato si perderebbe, e quindi ci ritroveremmo con il solito "effetto purè al forno".

Io tra i due strati di purè ho messo mozzarella e fontina d'Aosta, invece della classica provola affumicata, mozzarella e prosciutto. Ottimo in ogni modo.

E ora, la ricetta

GATTO' DI PATATE

Per una piccola teglia di cm 23 per 16

Ingredienti per 2 persone:

3 patate medie per un tot. di 7/800 gr
50 gr burro a temperatura ambiente.
50 gr parmigiano grattugiato
1 uovo
mezzo spicchio di aglio spremuto
un cucchiaio colmo di prezzemolo tritato
un cucchiaino di sale
PER IL RIPIENO
classico: 100 gr mozzarella, 100 gr provola affumicata, 100 gr prosciutto cotto
(io ho invece usato mozzarella e fontina di Aosta)


ESECUZIONE

Lessare le patate in acqua o al microonde.
Passarle allo schiacciapatate e unire tutti gli altri ingredienti.
Imburrare una teglia e cospargere con abbodante pangrattato. Formare uno strato di impasto di impasto non più alto di un cm. e ricoprirlo con la fontina e la mozzarella. Stendere il secondo strato di impasto e livellare. Ricoprire con pangrattato abbondante e fiocchi di burro.
Infornare a 200° per 25/30 min. circa

Commenti

i vostri post preferiti

I BLOG CHE SEGUO