TORINO FOOD

martedì 8 febbraio 2011

TORTA DI MELE delle sorelle SIMILI




Seguo il consiglio della mia amica Paola, cara amica nonchè eccellente foodblogger del sito noccioletostate.blogspot.com, che mi dice: " guarda, devi comprarti il libro delle sorelle Simili, sono bravissime!" Io, nella mi ignoranza crassa, pensavo che le Sorelle Simili fossero un qualcosa tipo I Gemelli Diversi, qualcosa di rock! Ma Paola mi spiega invece che le nostre sono veramente due sorelle, abili panificatrici nonchè insegnanti in corsi vari di panificazione et lievitati famosissime in tutto il web culinario. Che ignoranza. Fatto sta che ordino il libro, naturalmente in rete, anzi, ne ordino due, li aspetto ansiosamente e dopo tre giorni mi arrivano a casa. Li sfoglio avidamente e, mentre mi godo le varie istruzioni su pani e panetti, pizze, focacce e biscottini, intravedo anche una torta di mele. La mia preferita! Passa davanti a tutti i pani e panetti di cui sopra: la mia attrazione verso la pasticceria e cose dolci è troppo forte, devo farla subito. E la faccio! Le dosi mi incuriosiscono: solo un etto e mezzo di farina per tre uova, ma soprattutto... nessun grasso, nè burro nè olio! E' la mia torta! La devo fare!
E procedo: l'impasto è una sorta di pastella, o, come dicono le Simili nella spiegazione alla torta, una sorta di besciamella, fluida, che avvolge le mele come un guanto. 
Capisco subito che sarà una torta di mele "diversa" dalle solite, e anche loro tutte ottime, a cui sono abituata.
Inforno, aspetto, sforno e, con trepidazione,  assaggio. 
E rimango stupita, piacevolmente sorpresa: in effetti è una torta molto diversa dalle solite torte di mele cui sono abituata;  ha la consistenza, appunto, di una pastella molto densa - data l'alta percentuale di uova rispetto alla farina  - quasi come una farinata alta, e questa è la sua gradevolissima particolarità. 
Un velluto, praticamente, una seta, una "texture" (si dice così, no?) nuova, rispetto alle solite torte da forno, e  piacevolissima.
E quindi,  eccovi la ricetta, presa pari pari dal libro delle Sorelle Simili "La buona cucina di casa".
E godetevi questa squisita torta.


TORTA DI MELE delle sorelle SIMILI

Ingredienti:
1 kg di mele gold
150 gr farina 00
120 gr zucchero
100 gr latte
3 uova intere
1 limone
1 bustina di lievito chimico da 16 gr
fiocchetti di burro e zucchero per guarnire
1 pizzico di sale

1 teglia di circa 27/28 cm di diametro

Esecuzione
Pelate le mele, dividetele in quarti , togliete il torsolo e poi tagliatele a fettine.
Battete le uova con lo zucchero, il sale e la scorza di limone grattugiata, poi unita la farina setacciata e il latte, fino ad avere una crema densa più o meno come una besciamella. Unite per ultimo il lievito chimico. Imburrate una teglia e cospargetela di zucchero; mettete nella crema preparata 3/4 delle mele e amalgamate bene; versate il tutto nella teglia e pareggiate bene. Disponete sopra le mele rimanenti sovrapponendole leggermente in cerchi concentrici. Cospargete con fiocchetti di burro e zucchero. Cuocete a 180° per circa 40/45 minuti.Quando la torta è ancora tiepida, staccate i bordi, spruzzatela di liquore (kirsch o Grand Marnier o altro), copritela con un disco di legno o di metallo e capovolgetela. Coprite il fondo con il piatto da portata e capovolgetela nuovamente.

7 commenti:

  1. Ciao Cinzia, ho raccolto il tuo invito ed eccomi quà!
    Di libri delle Simili ne ho due, mi manca solo il terzo del quale questa deve essere una ricetta perché ancora non la conoscevo, ma posso assicurarti che le loro ricette sono una garanzia! A presto!

    RispondiElimina
  2. che buona...dev'essere profumatissima....fa davvero una bella figura!
    complimenti davvero!
    a presto,
    ciaoooooooooo

    RispondiElimina
  3. cio cinzia sono passato di quà,

    saluti

    Lapo

    RispondiElimina
  4. LAPO eheeh! hai visto, sono sempre in circolazione!
    Sgt pepper ..grazie.-)
    nanni! ti rispondo sul tuo blog!!

    RispondiElimina
  5. Confessione: anche il mio compagno la prima volta che gli ho parlato delle Sorelle Simili mi ha chiesto se si facessero chiamare così perché erano gemelle.
    La torta sembra ottima: forse non sarà la consistenza che conosciamo, ma ha un aspetto delizioso!

    RispondiElimina
  6. Non ho nessun libro delle Simili eppure quando mi sono ritrovato a fare una delle loro ricette pescate in rete non ho mai avuto difficolà.
    Nanni prima di me conferma la cosa e lui è per me una ottima garanzia! :)
    Bella la torta ma anche lo strudel non scherza affatto! :))

    RispondiElimina
  7. Un classico intramontabile! Se poi la ricetta è delle Simili... non si può sbagliare! Tu l'hai fatta alla perfezione! Bellissima anche la foto... brava! Un bacio cara!

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.