TORINO FOOD

sabato 25 giugno 2011

FOCACCETTE FRITTE DI PATATE



Massì, visto che sono a dieta, visto che sto traslocando, è meglio che cucini qualcosa di rapido, semplice e veloce. E cosa c'è di più rapido di un bel fritto? E cosa c'è di più semplice di un impasto di farina e patate lesse (al microonde, una patata media la cuocio in poco più di 5 minuti!). E poi, è anche un piatto dietetico: basta non mangiarlo, e darlo in pasto a figli, mariti e parenti che, vi assicuro, si sbraneranno queste focaccette in un lampo, come avrei voluto fare io, che invece mi sono limitata ad assaggiarne un miserrimo boccone che manco ho sentito il gusto, ma...quel poco che ho sentito, era di una morbidezza e di un sofficità tale che penso che avrei divorato anche un chilo di quelle squisitezze. Fritte, sì, unte, sì, ricche di carboidrati, sì, e pure con le patate sìì!! Ebbene sì, devo confessare che...finito il miserrimo boccone di cui sopra, un altro miserrimo è volato nel mio gargarozzo, e poi un altro ancora...insomma, alla fine me ne sono mangiata metà, e vaff...alla dieta, pace, rimedierò domani, ho pensato. Veramente, non ho potuto resistere. Ho resitito, in questo mese da sclero, a dolci, pizze, croissants, tutto, ma ieri non ce la facevo più e ho capitolato. E ne sono contenta, perchè ne valeva la pena!
Solo un appunto sulla ricetta, che ho trovato su un altro vecchio numero di Cucina Moderna (i traslochi servono anche a questo, a ritrovare cose perdute e magari anche utili!): io ho usato le patate nuove, che sono composte, penso, al 90% di acqua, ed infatti non si usano per fare gli gnocchi. Considerato che anche la patata più vecchia è comunque umida, regolatevi di acqua, nel senso, mettetene meno di quella indicata in ricetta (la ricetta indica mezzo bicchiere, io ho messo il canonico 50% del peso della farina, ma era troppo), e regolatevi mano a mano: io, seguendo fedelmente la ricetta ma usando patate nuove, mi sono trovata con un impasto morbido, soffice, morbido..Troppo! Non sono quasi riuscita a lavorarlo con le mani, ho dovuto schiaffare il composto a cucchiaiate dentro l'olio bollente ottenendo, più che delle focaccette, delle frittellone informi, ma vi assicuro che l'interno era una nuvola! Sembrava di addentare un pezzo di paradiso (deliri da dieta, lo so, lo so)! Croccanti fuori, morbide dentro (questa l'ho già sentita..).
Ed ora, la ricetta: si friggono in un attimo e si preparano in un'oretta, lievitazione compresa, che volete di più?

FOCACCETTE FRITTE DI PATATE

Ingredienti per 4 persone:
300 gr di patate a pasta bianca, non nuove, non acquose
200 gr di farina
20 gr lievito di birra
mezzo bicchiere di acqua tiepida
2 cucchiai olio extra vergine di oliva
2 dl di olio di semi di arachide per friggere
un ciuffo di rosmarino
sale

Esecuzione:
Bollite le patate contando 30 minuti dall'ebollizione, sbucciatele e schicciatele allo schiacciapatate (io, nel microonde, con una patata medio grande, ci ho messo sugli 8 minuti).
In una ciotola mettete la farina, le patate passate, il sale, l'olio e il lievito di birra sciolto in un po' dell'acqua indicata, poi aggiungete la rimanente acqua, anche non tutta se vedete che l'impasto è troppo morbido. Dovrete ottenere un composto liscio e omogeneo.
Raccogliete a palla il composto e fate lievitare fino al raddoppio (un'oretta o anche meno, se fa caldo), poi lavorate velocemente la pasta e dividetela in 8 pezzi, schiacciate ogni porzione di pasta con le mani modellando tante focaccine tonde (il mio composto era così morbido che, come scritto sopra, l'ho versato nell'olio bollente a grandi cucchiate). Friggete le focaccine in un'ampia padella a bordi bassi con abbondante olio ben caldo, facendole dorare da entrambi i lati (basteranno un paio di minuti per parte).
Scolatele con carta da cucina, spolverizzate con sale e rosmarino tritato e servite.

Con queste focaccette, che trovano in Liguria la loro massima espressione di bontà, quando spargono il loro irresistibile profumo di rosmarino e di croccante fritto nell'aria, durante le immancabili sagre e manifestazioni mangerecce estive all'aperto, partecipo al contest di "Dolci a go-go" in collaborazione con Illa.


5 commenti:

  1. delicious and amazing! gloria nice recipe!

    RispondiElimina
  2. Mi piace da morire questa filosofia del cibo dietetico...:-))))

    RispondiElimina
  3. Hai fatto proprio bene a mandare la dieta a spigolare, io me ne sarei fatta fuori un vassoio!!!

    RispondiElimina
  4. e come si fa a non essere tentati?!? devono essere una favola!

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.