TORINO FOOD

sabato 22 gennaio 2011

TORTA DI NOCCIOLE...una morbida squisitezza


SEMBRA una torta di nocciole
Anzi, sembra una torta qualunque.
E invece no.
E' un paradiso di morbidezza e fraganza, una delle torte veramente più morbide, soffici e nello stesso tempo... umide tra tutte le torte casalinghe, proprio come piacciono e me e Gabriele. Che in realtà, da buon piccolo gourmet, le torte casalinghe le schifa un pochino, lui mangerebbe solo la tartufata di Pfatisch...non sapete chi è Pfatisch? Beh, qui a Torino invece è ben noto, ma questa è un'altra storia, anzi, un altro post.
Insomma, da buona piemontese mezzosangue, volevo fare una bella torta di nocciole ma non avevo più sottomano la mia ricetta..e allora l'ho presa qui, a "la cucina di marble", perchè mi sembrava la ricetta che più si avvicinava a quella tradizionale. E invece no. Era meglio! Una delizia, un burro...una morbidezza straordinarie: soffice ma umida nello stesso tempo, lieve ma consistente! Rispetto alla ricetta originale io ho solo raddoppiato la dose di nocciole nell'impasto, eliminato la granella di nocciole in superficie così come la buccia di limone e la vaniglia, per esaltare maggiormente il sapore delle nocciole; infatti, la particolarità della torta di nocciole, oltre alla sua straordinaria morbidezza e sofficità, è il fatto di essere una torta rustica, mai stucchevole, col sapore delle nocciole non disturbato da altri sapori dominanti, se non da quello del burro. Il risultato è stato una delle migliori torte che ho fatto ultimamente, pur nella sua semplicità.

Ed ecco la ricetta variata da me

TORTA DI NOCCIOLE

INGREDIENTI

100 gr nocciole precendemente frullate
100 gr burro a temperatura ambiente a pezzetti
100 gr farina
2 uova intere
140 gr zucchero
1 pizzico di sale
mezzo bicchiere di latte per ammorbidire
un cucchiaino di lievito per dolci
uno stampo imburrato da 20 cm di diametro

ESECUZIONE

Frullare il burro con lo zucchero nel robot (io ho fatto tutto l'impasto, nel robot, con la lama in acciaio). Aggiungere poi le uova, la farina, le nocciole precedentemente frullate, il latte, solo un mezzo bicchiere scarso per ammorbidire, il sale ed infine il lievito. Infornare a 180 per circa 30/40 minuti (se avete uno stampo di diametro maggiore, ovviamente, essendo meno "spesso " l'impasto da cuocere, basteranno 20/30 minuti, ma io consiglio di farla più alta per gustare meglio la sua morbidezza). Prova stecchino: non fate cuocere proprio finchè lo stecchino non esce PERFETTAMENTE asciutto, lasciatela leggermente morbida...si scioglierà in bocca.
Servite tiepida, se vi piace con una crema di cioccolata calda.

E questa è la consistenza interna.


7 commenti:

  1. L'aspetto è molto invitante...

    Pensiero estemporaneo: e se, insieme alle nocciole, frullassi anche del cioccolato?

    RispondiElimina
  2. ...una torta della tradizione!! ha un aspetto magnifico Cin!!! Ora capisco perchè Gabry è così "difficile" di gusti....lo hai abituato molto molto bene!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Pim beh, ....verrebbe fuori una torta giundjuotto .-) A me però le torte al cioccolato non piacciono, piuttosto ci metterei dentro, separatamente delle scagliette di cioccolato, allora sì .-)

    Paola, eh eh...essendo poco stucchevole è una delle poche torte che mangia...sai, Gabri mi fa da ..cavia, poverino... eh eh..prox torta sarà una di mele con amaretti che qualcuno ha preso da sua madre che ha preso la ricetta dalla stampa...:-)

    RispondiElimina
  4. Effettivamente dà l'idea di essere umida ai limiti della cremosità... e chissà che profumo!!!

    RispondiElimina
  5. Ciao Cinzia, piacere di conoscerti1 Con questa ricetta mi hai conquistata immediatamente, adoro le nocciole!!!
    Un abbraccio e a presto
    PAola

    RispondiElimina
  6. Una torta che promette scintille e piacevolezza.
    Un vero piacere fare la tua conoscenza tramite questa gustosa torta. La proverò senza alcun dubbio....

    Bacio e buona serata
    diariodicucina.blogspot.com

    RispondiElimina
  7. devo assolutamente provarla !!!

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.